3409293901

Per appuntamenti e informazioni

800 300
Menopausa e depressione: cause, sintomi, rimedi
2017-10-10 Menopausa e depressione: cause, sintomi, rimedi

Menopausa e depressione: parliamone insieme!

La menopausa è una fase della vita che tutte le donne devono affrontare: alcune la vivono come un’occasione per dedicare più tempo a se stesse e ai propri interessi; altre si sentono sopraffatte da tristezza, timore, ansia e depressione.
Qual è il motivo dell’insorgere della depressione nel periodo della menopausa?
Alle cause naturali, legate ai cambiamenti fisici e ormonali, si affiancano spesso cause psicologiche e sociali, che possono essere affrontate, se necessario, con l’aiuto di uno psicoterapeuta.

Cos’è la menopausa?

fatti e statistiche sulla menopausa

Con “menopausa” si intende il periodo, generalmente situato tra i 45 e i 55 anni, in cui scompare il ciclo mestruale a causa della cessazione dell’attività delle ovaie.
A volte la menopausa viene confusa con il climaterio: derivato dalla parola greca “klimactèr”, che significa “passaggio” o “scalino”, quest’ultimo comprende tutto il periodo di transizione che la donna attraversa dalla condizione di fertilità alla scomparsa del ciclo mestruale (menopausa) e oltre (post menopausa).
In questo periodo, il corpo si prepara a interrompere la sua funzione riproduttiva: in particolare, si riduce l’attività degli estrogeni, ormoni legati all’ovulazione.
La menopausa è preceduta dalla pre-menopausa, fase che dura 3-5 anni e si conclude 12 mesi dopo l’ultimo ciclo mestruale.
Dopo la cessazione delle mestruazioni inizia la fase di post menopausa, che si colloca in media verso i 65 anni e coincide con la senilità. In questo periodo i livelli degli ormoni tornano stabili e, di conseguenza, tutti i sintomi fisici e psicologici legati alla menopausa (vampate di calore, insonnia, depressione ecc) tendono a ridursi.

La menopausa: i fattori biologici

i livelli di estrogeni in menopausa

Come anticipato, l’insorgere della depressione è da imputare in primo luogo a fattori biologici, tra cui il calo degli estrogeni. Questi, oltre a regolare il ciclo e permettere la gravidanza, regolano anche l’intensità di felicità, tristezza, paura e rabbia.
Gli estrogeni, poi, sono responsabili della produzione di serotonina, endorfine e dopamina, le molecole che ci permettono di provare gioia e piacere.
Il calo di estrogeni causa anche la riduzione della produzione di collagene, il che determina la comparsa delle fastidiose vampate di calore.
Per molte donne il cambiamento del proprio corpo, unito alla perdita della funzione riproduttiva, può essere molto destabilizzante e causare perfino sentimenti di lutto.
I fattori biologici giocano quindi un ruolo fondamentale nel modo in cui si vive la menopausa: se non adeguatamente compresi e affrontati, possono giocare un ruolo importante nella destabilizzazione dell’identità e della fiducia in se stesse.

La menopausa: i fattori socioculturali

rispetto degli anziani nelle altre culture
La menopausa è un momento di grandi cambiamenti: In questo periodo appaiono i primi segni visibili dell’invecchiamento e si può soffrire di vampate di calore, ma anche di ansia, disturbi del sonno, difficoltà a concentrarsi, maggiore irritabilità.
Questi sintomi più “psicologici”, oltre ad essere causati dal calo di ormoni, in particolare degli estrogeni, hanno anche ragioni socioculturali?

È interessante osservare che, in numerosi Paesi, la donna che entra in menopausa acquisisce prestigio sociale.
Ad esempio, in alcune società africane, arabe e indiane, la donna in menopausa può partecipare a riti propiziatori, è esentata dai lavori pesanti, acquisisce ampi poteri all’interno della famiglia e del gruppo d’appartenenza in virtù dell’esperienza di vita acquisita.
In Giappone, la donna che compie 61 anni è celebrata con una grande festa e le sue opinioni sono tenute in grande considerazione. Secondo i cinesi, la donna in menopausa entra nell’età della saggezza.

Ecco che, secondo alcuni studi di antropologia, i sintomi negativi legati alla menopausa (psicologici ed emotivi) aumentano con il diminuire dell’importanza data alla donna nella famiglia e nella società.

Non sorprende, quindi, che i disturbi spesso lamentati dalle donne occidentali in menopausa (depressione, ansia, insonnia ecc) siano quasi assenti nelle altre società: la nostra è una cultura “giovanilista”, in cui la donna acquisisce prestigio non solo attraverso le sue doti intellettuali, ma anche attraverso l’aspetto fisico e la possibilità di avere figli.

È quindi molto probabile che la donna in grado di guardare alla propria femminilità in modo globale, di coltivare i propri interessi e di sviluppare relazioni sociali e famigliari positive vedrà drasticamente ridotta la possibilità di sviluppare depressione nel periodo della menopausa.

Le donne devono imparare a vivere la menopausa non come una fine, ma come un inizio: fortunatamente, sempre più spesso questa fase della vita è vista come un momento ricco di possibilità, durante il quale la donna può incanalare le sue energie creative, emotive e spirituali in nuove direzioni.

coltivare gli interessi in menopausa

La menopausa: i fattori psicologici

sesso in menopausa

Nella menopausa intervengono anche importanti fattori psicologici.
Come nel periodo dell’adolescenza e della maternità, il corpo della donna è attraversato da numerosi sconvolgimenti: i primi due casi, però, hanno una portata vitale e creativa, mentre la menopausa è culturalmente vissuta come perdita della fertilità, con conseguente “lutto” psicologico.
Da queste trasformazioni psichiche e fisiche possono insorgere anche problemi legati alla sfera sessuale.

Solitamente è possibile individuare dei modelli cui la donna si rifà e che hanno conseguenze sulla sfera sessuale in menopausa:
– Modello materno-riproduttivo: l’atto sessuale è visto in funzione della procreazione. Per questo il sesso in menopausa può ridursi o scomparire del tutto.
– Modello narcisistico: la donna intensifica l’attività sessuale con l’obiettivo di negare la menopausa e ciò che essa comporta.
– Modello maturo: la donna vede la propria femminilità in modo armonico, non limitata alle sole funzioni materne e riproduttive, ma all’interno di un’appagante dimensione personale e di coppia.

Depressione e disturbi dell’umore in menopausa

sintomi della depressione in menopausa

Il periodo che accompagna la comparsa della menopausa, quindi, sembra essere spesso correlato all’insorgere di disturbi dell’umore, soprattutto se la paziente ha sofferto di disforia premestruale, depressione post partum, ansia o disturbi depressivi.

Disforia premestruale: i sintomi psicofisici che accompagnano la settimana precedente il ciclo mestruale, come sbalzi d’umore, depressione, tensione, sonnolenza, dolori muscolari, aumento di peso etc.

Depressione post partum: si tratta di una forma di depressione provata dal 10%-15% delle neo mamme e che si manifesta con ansia, attacchi di pianto, impossibilità a prendersi cura del bambino, pensieri negativi, mancanza di stimoli.

Il rischio di sviluppare disturbi depressivi in menopausa sembra correlato anche alla presenza di stress sociali o relazionali, così come alla presenza di malattie croniche.
Come abbiamo visto, per alcune donne la menopausa ha un forte impatto anche sulla vita familiare e coniugale: con l’arrivo dell’età della pensione, che spesso coincide con il momento “clou” della menopausa, ci si può sentire meno utili e importanti, sensazioni acuite dal fatto che i figli sono ormai indipendenti. A volte ci si trova a condividere la vita con un marito che si vede più come un estraneo che come un compagno, con il quale non si ha più niente in comune e con il quale si fatica a ricostruire una vita a due.

C’è un periodo più a rischio per sviluppare una depressione?
Secondo gli studi, si tratta della perimenopausa, quando i livelli di estrogeni sono più instabili e le ovaie interrompono progressivamente la loro funzione. Questo influenza il sistema nervoso centrale, che predispone la donna a variazioni dell’umore.

L’ansia fa male…anche al fisico!

problemi fisici in menopausa

I romani dicevano “mens sana in corpore sano”, e gli studi lo confermano!
Un esperimento condotto su 3.503 donne ha dimostrato che lo stress in menopausa può avere conseguenze anche sulla salute fisica.
Infatti, le partecipanti intorno ai 65 anni che avevano sofferto d’ansia nel periodo della menopausa hanno sviluppato cinque volte più problemi fisici rispetto a che non ne aveva sofferto.
La correlazione tra ansia e sintomi fisici non è ancora del tutto chiara, anche se è probabilmente da ricondurre a un aumento dei livelli di noradrenalina e serotonina.
Nel periodo della menopausa si è anche più esposte a problemi di salute (es: osteoporosi) che possono scatenare reazioni depressive.

Secondo Joann Pinkerton, direttore esecutivo della North American Menopause Society, è quindi importante sottoporre le pazienti a degli screening per individuare quelle che soffrono d’ansia e invitarle a consultare il loro medico per alleviarla.

Prendersi cura di se stesse, a livello fisico e mentale, è sempre la migliore medicina!

Che rimedi ci sono per la depressione e l’ansia in menopausa?

come reagire alla manopausa

I rimedi che si possono mettere in pratica per limitare depressione e ansia in menopausa sono numerosi, tra cui tecniche di rilassamento, terapie ormonali, assunzione di integratori, dieta sana e leggera, regolare attività fisica.

Tuttavia, è possibile che ad aggravare la depressione concorrano fattori esterni (es: l’arrivo del pensionamento, i figli che se ne vanno di casa, lutti recenti, divorzio o separazione) che possono causare una cronica alterazione dell’umore.

Se i disagi emotivi e psicologici associati alla menopausa pongono forti limiti al benessere e alla vita quotidiana della persona, può essere utile aprirsi con uno psicologo – psicoterapeuta.

Durante le sedute, l’obiettivo sarà valutare i sintomi descritti dalla paziente, individuando i fattori di stress e le difficoltà che si trova ad affrontare.
Le soluzioni possono essere la terapia individuale se il problema riguarda stress e depressione o la terapia di coppia se il problema coinvolge la sfera intima/familiare.

Spesso, poi, la menopausa porta a galla problemi latenti che la donna è riuscita a tenere a bada per molto tempo ma che, in questo periodo particolare, non possono più essere negati.
È quindi un utile esercizio porsi le seguenti domande:
– Qual è la vera causa del mio malessere?
– Sto mascherando un’emozione che non voglio affrontare?
– Qual è questa emozione?

Può essere anche utile identificare e “sfidare” i pensieri che scatenano sensazioni di stress.
Prova a:
– Dare un voto da uno a dieci alle situazioni di stress
– Ricordare che va bene accettare le emozioni che stai provando: non sei “cattiva” o egoista perché ti senti in un determinato modo!

come essere felici in menopausa

Le psicologhe e psicoterapeute di Francia30 possono aiutarti ad affrontare la depressione in menopausa. Per maggiori informazioni è possibile chiamare il numero 338 8107973 o inviare una mail ainfo@francia30.it

Menopausa e depressione Torino – approfondimenti

1) La menopausa è un periodo di grandi cambiamenti, che può generare molto stress: per questo è importante imparare a gestire l’ansia in modo da ridurre al minimo i problemi fisici che ne possono derivare.
Leggi l’approfondimento di Ok Salute:
https://www.ok-salute.it/psiche-e-cervello/post-menopausa-lansia-peggiora-di-5-volte-i-problemi-fisici/

2) Perché alcune donne, in menopausa, sviluppano una depressione e altre no? Oltre ai fattori biologici, entrano in gioco anche fattori di rischio come stress socio-famigliare, malattie croniche, lutti recenti ecc. Ecco un utile approfondimento:
http://www.centropsichedonna.it/site/fasi-della-donna/menopausa/fattori-di-rischio/

3) Un articolo che offre spunti utili per affrontare in modo positivo le sfide emotive della menopausa.
http://pinkitalia.it/menopausa/menopausa-depressione-le-sfide-emotive-combattere/

4) La menopausa è un delicato periodo che si situa al crocevia di influenze biologiche, psicologiche e socioculturali. Le pressioni provenienti dalla famiglia e dalla società giocano un ruolo importante, ma è possibile evitare che questo determini lo sviluppo di una depressione? La riposta sta nella ricerca di un nuovo ruolo sociale della donna, che porti a vedere la menopausa come una “terza giovinezza”.
https://www.ilmiopiccolosegreto.it/menopausa-e-depressione/

5) Nell’articolo si approfondiscono, oltre ai fattori biologici, socioculturali e psicologici che influenzano l’insorgere della depressione in menopausa, anche il relativo quadro clinico e i problemi diagnostici.
http://www.depressione-ansia.it/wp-content/uploads/2012/10/Depressione_e_menopausa.pdf

esercizio fisico in menopausa

6) Nell’articolo si approfondiscono le reazioni alla menopausa nelle altre culture, mettendole a confronto con quelle della nostra società. Vengono anche approfonditi i legami tra menopausa, biologia e psicologia.
http://www.psichedonna.com/articoli/MenopausaTarantelli.pdf

7) Il periodo più a rischio per sviluppare una depressione è la perimenopausa, quando i livelli degli ormoni sono più variabili e influenzano il sistema nervoso centrale.
Ecco un link per approfondire l’argomento.
http://www.centropsichedonna.it/site/2011/11/qual-e-il-periodo-piu-a-rischio-per-avere-una-depressione-in-menopausa/

8) Cos’è il climaterio? Quali sono i suoi sintomi? Che influenza hanno sul benessere psicofisico della donna? Cosa si può fare quando iniziano i sintomi della menopausa? Leggi l’approfondimento nel link:
http://www.centropsichedonna.it/site/2011/11/cosa-posso-fare-quando-iniziano-i-sintomi-della-menopausa/

9) Perché, con l’arrivo della menopausa, spesso si soffre di cattivo umore? Il responsabile è il calo di produzione di estrogeni, che regolano il temperamento. Per combattere questa tendenza ci sono però anche dei rimedi naturali. Scopri di più con questo link:
http://www.centropsichedonna.it/site/2011/11/il-calo-di-ormoni-influenza-il-carattere-in-menopausa-2/

10) Menopausa precoce, premenopausa e sbalzi d’umore, menopausa e come viverla al meglio: un articolo interessante e approfondito per avvicinarsi a questi concetti.
http://www.ilmiopsicologo.it/2013/10/08/come-vivere-al-meglio-la-premenopausa-e-la-menopausa/

11) Un aiuto naturale per combattere ansia e depressione in menopausa è rappresentato dai fitoestrogeni, molecole che si trovano in specifiche piante e che fanno le veci degli estrogeni. Per approfondire l’argomento:
http://blog.salugea.com/rimedi-naturali/menopausa-umore

12) Tra i possibili rimedi all’ansia in menopausa c’è anche la fitoterapia, che prevede l’uso di piante officinali, oli essenziali, Fiori di Bach e gemmoderivati. Scopri di più:
http://www.cure-naturali.it/menopausa-fitoterapia/2940

vivere bene la menopausa